THE EXHIBITIONS AND INSTALLATIONS OF CONTEMPORARY ART AT THE DOMAINE OF CHAUMONT-SUR-LOIRE OPEN ON THE 12TH OF APRIL. FOR 2014 : GABRIEL OROZCO, HENRIQUE OLIVEIRA, VINCENT BARRE, NIKOLAY POLISSKY,MIGUEL CHEVALIER, STEPHANE EROUANE DUMAS , BAE BIEN-U, JOCELYNE ALLOUCHERIE, HANNS ZISCHLER, RALPH SAMUEL GROSSMANN... THE RECENTLY EMBELLISHED AND REFURBISHED CHATEAU EQUIPPED WITH A MEDIATION CENTRE WELCOMES YOU WITH A NEW SCENOGRAPHY AND MULTIMEDIA GUIDE AVAILABLE IN 10 LANGUAGES.  
Français English Italian Germany Spain Neederland Portugal China Japan Русский
   

 
 



 

Visita




Scuderie

Le scuderie di Chaumont esemplificano gli alloggi che la ricca aristocrazia faceva costruire alla fine del XIX secolo per ospitare i propri cavalli. All’epoca venivano considerate le più lussuose d’Europa, dotate com’erano di un’illuminazione elettrica ad arco, al pari dell’Opéra Garnier e del Municipio di Parigi.

Le scuderie del castello sono una delle principali attrattive della tenuta. Sono state costruite alla stessa epoca della fattoria per offrire ai cavalli il massimo del confort: box rivestiti di tappeti, cucina speciale per preparare il vitto, rimesse per le vetture, un piccolo maneggio per pony allestito nel luogo dove precedentemente si trovava un antico forno per ceramica. La selleria, ancora completa, è stata creata da Hermès.

L’edificazione di queste sontuose scuderie nel 1877 fu affidata all’architetto Paul-Ernest Sanson, incaricato dal principe e dalla principessa de Broglie anche del restauro completo del castello. L’architetto scelse un insieme di mattoni e pietra.

Le scuderie sono dotate di un doppio accesso: attraverso il cancello principale e la porta pedonale che danno sul parco e, dalla parte di dietro, tramite un portone di servizio che dà su una stradina. Ciò riflette la divisione delle scuderie in due parti: la Grande Scuderia e la Scuderia degli invitati che, insieme, possono ospitare una cinquantina di cavalli.

La Grande Scuderia è a sua volta suddivisa in più spazi: i box dei cavalli da traino, i box dei cavalli da sella, la scuderia dei pony, le rimesse per le carrozze, un maneggio coperto e un atrio.?L’attività si svolgeva intorno alla corte principale. Le stanze mansardate al primo piano dei diversi edifici servivano ad alloggiare i palafrenieri.