Composizione della giuria 2015

Sotto la presidenza di Patrick Blanc

published at 12/06/2018

Botanico, ricercatore presso il CNRS, dottore in scienze e laureato dell'accademia delle scienze, Patrick Blanc percorre le foreste tropicali sin dall'età di 19 anni. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, partecipa anche a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive. 

Patrick Blanc è l'inventore dei muri vegetali che permettono di introdurre la biodiversità sui muri in calcestruzzo delle nostre città. Questo ingegnoso concetto spezza la tradizionale opposizione città/natura. Il muro vegetale, nato dall'osservazione delle piante nel loro habitat naturale, richiede notevoli conoscenze  botaniche. Il risultato è visibile senza alcun limite di superficie né di altezza. Vero e proprio piacere per gli occhi, il muro vegetale contribuisce anche al disinquinamento dell'aria. 

Una prima esperienza del genere fu realizzata alla Cité des Sciences et de l’Industrie di Parigi nel 1988. Seguirà poi una presentazione dell'invenzione durante il Festival dei Giardini di Chaumont-sur-Loire, nel 1994, che costituirà la prima realizzazione perenne. Questi muri vegetali sono tuttora presenti sul sito nel giardino sperimentale. 

Un altro muro vedrà la luce, nel 1998, presso la Fondazione Cartier di Parigi. 

Si possono ammirare le creazioni di Patrick Blanc sulla facciata del museo del quai Branly a Parigi, nonché in India, Giappone, Stati Uniti, Tailandia e in numerosi altri paesi. 

Nel 2007, Patrick Blanc fa evolvere il suo concetto di muro vegetale e intraprende di creare un sorprendente soffitto vegetale esposto presso lo spazio Electra a Parigi. 

 
 
Si ispira agli esempi osservati nella natura ed in particolare all'ingresso delle grotte e ai rami dei grandi alberi delle foreste tropicali  che formano una volta nella quale le piante crescono, dall'alto verso il basso, con le radici ancorate nelle anfrattuosità. 
Amante delle piante, Patrick Blanc coniuga la natura e l'arte nonché il piacere estetico e le conoscenze scientifiche. 
 
Invitato e sollecitato in tutto il mondo, ha realizzato, questi ultimi anni, numerosi e straordinari progetti a Singapore, Hong Kong, Tokyo, Beirut, Bahrein, Berlino, New York, Ibiza,  Miami, Parigi (via d'Aboukir, Grand Palais…), Ginevra, Dubai, Sydney…
 
Conduce attualmente progetti a Singapore, Bali, Bangkok e ha recentemente scoperto una nuova specie, il Begonia blancii, a Palawan, nelle Filippine.

La giuria 2015

  1. Patrick BLANC, Biologo, botanico, ricercatore del CNRS con la specializzazione delle piante dei sottoboschi tropicali, inventore del concetto dei muri vegetali
  2. Chantal COLLEU-DUMOND, Direttrice del Domaine e del Festival dei Giardini di Chaumont-sur-Loire 
  3. Bénédicte BOUDASSOU, Paesaggista giornalista
  4. Soazig DEFAULT, Paesaggista giornalista 
  5. Ariane DELILEZ, Segretaria generale della Federazione Francese del Paesaggio
  6. Jean-Marc DIMANCHE, Consulente artistico
  7. Hélène FUSTIER, Fondatrice delle Giornate delle Piante di Courson  
  8. Pascal GARBE, Paesaggista, capo progetto della politica Giardini della Giunta generale della Moselle
  9. Michèle GUILLOT, Presidente UNEP Regione Centro Limosino (UNEP - Le imprese del paesaggio)
  10. Guillaume HENRION, Presidente dell’Associazione dei Parchi e Giardini della Regione Centro  
  11. Pascal LAFORGE, Responsabile Événements Partenariats - Truffaut
  12. Jean-Pierre LE DANTEC, Storico, scrittore, ingegnere e ex direttore della Scuola Nazionale Superiore d’Architettura di Parigi - La Villette 
  13. Dominique MASSON, Consigliere per i giardini e il paesaggio DRAC Regione Centro 
  14. Frédéric PAUTZ, Direttore del Giardino Botanico di Lione
  15. Didier WILLERY, Autore, responsabile editoriale, giornalista e consulente botanico
  16. Bernard CHAPUIS, Paesaggista e Gérard DOSBA, Capo giardiniere, Domaine de Chaumont-sur-Loire