Il Castello

published at 02/01/2017

La fortezza di Chaumont-sur-Loire fu eretta verso l'anno 1000 d.C al fine di sorvegliare il confine tra le contee di Blois e d'Angiò.

Nel 1465, Luigi XI fece bruciare e radere al suolo il castello che sarà ricostruito alcuni anni dopo.

Proprietà della famiglia d'Amboise per circa cinque secoli, Carlo II d'Amboise inizia la sua trasformazione in castello ornamentale di stile prettamente rinascimentale. Le decorazioni scolpite assumono sempre maggiore importanza diventando gli elementi di spicco delle facciate esterne.

Nel 1550, Caterina de’ Medici compra la tenuta. Non intraprende grandi cantieri nel castello, di cui si separa nel 1560, a beneficio di Diana di Poitiers. L’ex-favorita del re inizia i lavori che conferiscono al castello suo aspetto attuale, con in particolare, l’ultimazione dei cammini di ronda del castelletto d’ingresso e della torre San Nicolò.

Nel 1750, Jacques-Donatien Le Ray ordina la distruzione dell'ala nord, il che permetterà di ottenere una vista panoramica mozzafiato sulla Loira. Vi ospita lo scultore italiano Giovan Battista Nini. Oggi, il castello possiede la più bella collezione di medaglioni inediti di tutta la Francia realizzati da questo famoso scultore.

Nel 1875, Marie-Charlotte-Constance Say compra il castello e si sposa con il principe Henri-Amédée de Broglie. Arreda le stanze con mobili rinascimentali e supervisiona numerosi lavori al fine di rendere la dimora degna dei più grandi ricevimenti. L'architetto Paul-Ernest Sanson sarà incaricato di portare a termine questo prestigioso cantiere. Progetterà anche le lussuose scuderie e costruirà la fattoria modello della Tenuta.

Ceduta allo Stato nel 1938 dalla Principessa di Borbone-Orléans, la Tenuta di Chaumont-sur-Loire appartiene, dal 2007, alla Regione Centro ed è, dal gennaio del 2008, un Ente Pubblico di Cooperazione Culturale.